Credito d’imposta sulla formazione 4.0 per la Confindustria Vicenza


Siglato il 17/10/2018 tra la CONFINDUSTRIA Vicenza e la CGIL Vicenza, la CISL Vicenza, la UIL Vicenza, l’accordo sul credito d’imposta correlato alle spese per la formazione del personale dipendente nelle materie aventi ad oggetto le c.d. “tecnologie abilitanti”, di cui al “Piano Nazionale Impresa 4.0”.

Le imprese aderenti al sistema di rappresentanza di Confindustria Vicenza- o che conferiscono alla stessa espresso mandato – aventi sede legale e/o operativa nella provincia di Vicenza nelle quali è costituita la RSU (o la RSA), in caso di stipula di accordi aziendali con le organizzazioni di categoria di CGIL, CISL, UIL, si avvalgono dell’assistenza di Confindustria Vicenza.
A tal fine potrà essere utilizzato il format che le parti firmatarie del presente accordo definiranno con l’obiettivo di agevolare a livello aziendale la pianificazione della formazione 4.0
In alternativa al punto precedente, le imprese associate – o che conferiscono espresso mandato a Confindustria Vicenza – nelle quali non è costituita la RSU (o la RSA), per poter beneficiare del credito d’imposta, opereranno conformemente a quanto di seguito pattuito.
Le imprese dovranno indicare in dettaglio:
– le attività di formazione connesse alle tecnologie e agli ambiti previsti dalla normativa;
– l’articolazione del percorso formativo con le modalità organizzative e di svolgimento delle attività;
– la tipologia di dipendenti coinvolti;
Le Parti firmatarie si impegnano, ciascuna per le proprie competenze, ad informare sui contenuti del presente accordo le imprese e i lavoratori. Nelle aziende prive di RSU/RSA le Organizzazioni sindacali, nelle loro articolazioni di settore, potranno richiedere un’ora di assemblea unitaria retribuita nei limiti, le modalità e alle condizioni previste dal CCNL applicato dall’azienda, per illustrare i piani formativi valutati dalla Commissione.